Fiera Legno&Edilizia di Verona 2019

Quinta partecipazione consecutiva alla fiera Legno&Edilizia di Verona quella del febbraio scorso da parte della Scuola di Carpenteria del legno ENAIP di Tione di Trento.

“Siamo estremamente soddisfatti dell’edizione 2019 della Fiera”, dice il direttore del Centro di Formazione Professionale di Tione di Trento Emilio Salvaterra, “sia per il riscontro di pubblico, che per i numerosi contatti con le ditte del settore carpenteria e i principali di fornitori di prodotti e servizi per il legno in edilizia”.

La Scuola di Carpenteria del Legno nasce nel 2010 presso il Centro di Formazione Professionale di Tione di Trento e fa parte dell’ente ENAIP Trentino. Da allora si occupa di plasmare, unica scuola in Italia, carpentieri e capi squadra per le ditte produttrici di tetti ed edifici in legno. “La nostra è una scuola superiore professionale, articolata su 4 anni: i primi due propedeutici, il terzo anno di qualifica dedicato principalmente alle coperture in legno e un quarto anno di diploma orientato agli edifici in legno. La partecipazione ad eventi come Legno&Edilizia è fondamentale per un corso unico come il nostro, in quanto ci permette di farci conoscere e di attirare iscritti da tutta Italia.”

Attraverso un convitto convenzionato è infatti possibile frequentare la Scuola anche per studenti che provengono da fuori Provincia o che hanno già ultimato altri percorsi scolastici e che decidono di investire nella formazione in un campo di sicuro riscontro lavorativo come quello della carpenteria in legno.

Durante i quattro giorni di Fiera, dal 7 al 10 febbraio scorso, tutti gli studenti della scuola sono stati coinvolti a rotazione, rendendo possibile lo svolgimento di 2 seminari quotidiani (uno al mattino e uno al pomeriggio) con dimostrazioni pratiche di posa di un tetto ventilato (in collaborazione con Riwega, Roofrox, 3therm, Wierer e Mafell) e di una finestra in falda (in collaborazione con Velux). È stata inoltre realizzata una facciata ventilata (in collaborazione con Rockwool e Rothoblaas), nonché numerose dimostrazioni di taglio a mano (in collaborazione con Mafell e LignaTool). Numeroso il pubblico presente in occasione di tutti i seminari, condotti in maniera magistrale da Claudio Pichler e Christian Dibiasi. È stato inoltre esposto, come nella precedente edizione del 2017, il Prototipo Abitativo per le Emergenze (PAE) realizzato dalla Scuola di Carpenteria in collaborazione con la Protezione Civile di Trento.

Scambiamo quattro chiacchiere con i docenti del corso: Paolo Dorna, Hans Peter Prantner e Marco Pizzini: “Puntiamo ancora sul taglio a mano. In terza insegniamo a progettare con il software Dietrich’s, a leggere le schede di taglio, a tracciare con i cari vecchi strumenti del carpentiere (squadra alpha, matita e metro a stecche) e a tagliare con attrezzi manuali (seghetti e scalpelli) o con i migliori utensili professionali (Mafell). Sono state proprio le aziende del settore a chiederci questo: carpentieri che non siano dei semplici montatori, ma che sappiano affrontare ogni contrattempo sul cantiere. Attraverso seminari e corsi specialistici si affrontano poi tutte le tematiche legate alle coperture: dalla tenuta all’aria alla coibentazione, dalla posa di manti di copertura alle linee vita.

In quarta si passa invece alla gestione operativa di un cantiere, con lezioni sulla logistica, la cantierizzazione, la preventivazione, la documentazione di cantiere. Numerosi sono poi i patentini che si possono conseguire durante il quarto anno: ponteggi, gru a torre, gru su autocarro, piattaforme elevatrici, carroponte, muletti, antincendio, cadute dall’alto, primo soccorso. Tutti a carico della scuola: in questo modo uno studente diplomato da noi si può presentare al proprio datore di lavoro con un bagaglio di conoscenze e di certificazioni veramente invidiabile.

Chiaramente sia in terza che in quarta vengono organizzati periodi di tirocinio formativo per permettere agli allievi di confrontarsi con il mondo del lavoro. Periodi che, solitamente, si risolvono in una successiva assunzione da parte delle aziende coinvolte”.

La Fiera è stata quindi l’occasione per mostrare, fuori dalle mura scolastiche, cosa viene insegnato e quali siano le profonde collaborazioni che la Scuola di Carpenteria ha sviluppato negli anni, con una rete di aziende partner che credono fortemente nel ruolo cruciale della formazione in un campo delicato come quello delle costruzioni in legno, dove fin troppi sono stati in passato i danni causati dall’improvvisazione e dalla mancanza di professionalità.

“Un ringraziamento va sicuramente a tutte queste aziende che ci sostengono e che credono in noi, senza dimenticare anche gli enti pubblici che hanno sponsorizzato questa nostra partecipazione (BIM del Chiese, BIM del Sarca, Comunità di Valle delle Giudicarie, Cassa Rurale Adamello Brenta) e, soprattutto, Piemmeti nella persona di Enrico Cavaliere che ha fortemente voluto la nostra presenza anche in questa edizione della Fiera Legno&Edilizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *