LA TORTA FORESTA NERA

Nei lunghi pomeriggi d’inverno, all’imbrunire seduti in un elegante, caldo, accogliente Caffè cosa si può desiderare più di una golosa fetta di torta Foresta Nera le cui origini rimandano subito alla mente i monti innevati e suscitano nell’anima desiderio di dolcezza, amore con un pizzico di tristezza e malinconia.

I suoi profumi tra i quali emergono la dolce amarena, l’avvolgente cacao che suscita buon umore si mescolano nel morbido e soffice pan di Spagna creando un dolce irresistibile dal sapore antico, intenso e senza tempo.

Infatti, si narra che le giovani coppie appena sposate piantassero un albero di ciliegio per celebrare il loro amore e da questo nascessero dolci e succose amarene dal colore intenso come il loro sentimento.

Il rosso di questo frutto contrasta con il marrone del cacao anch’esso associato al forte sentimento di amore e tristezza provato da una principessa che, secondo un’antica leggenda azteca, in attesa del suo principe, aveva difeso con la vita un tesoro fatto di sacchi di cacao.

Per gli aztechi, infatti, questa polvere era preziosa come l’oro tanto che veniva considerata il cibo dell’elite ed era offerta agli Dei per ottenerne la benevolenza.

Ecco, quindi, che la Foresta Nera diventa subito agli occhi e al gusto un dolce raffinato in cui si mescolano sapori intensi ed inebrianti come quello del cioccolato, della vaniglia, della ciliegia affiancati dalla freschezza della panna montata che riporta, come la neve, ad una valanga di sapori che travolge il palato.

Cosa c’è di meglio per esaltare il sapore di questa torta se non il vino, di diversa tipologia tra cui il Pomele 2016 Falesco che fa percepire una forte aromaticità attraverso il gusto dolce con note speziate e piccanti di cannella, pepe nero e noce moscata che si sposano con il tono deciso del cioccolato. Il sapore particolare di questo vino ricorda quello dei petali di rosa, dei chicchi di melograno, delle ciliegie e dei lamponi così che all’assaggio si assapora la dolcezza della frutta.

Pertanto, il calore, il gusto e la morbidezza di un passito ben strutturato, non pesante, con un’aromaticità perfetta mettono in luce la freschezza, la dolcezza delle amarene e la potenzialità del cioccolato. 

Un’ulteriore proposta può essere il raffinato Perla Nera del 2015 passito con note profumate ma anche cupe che richiamano il sottobosco della foresta.

Anche in questo caso, i profumi sono ben definiti con note di lamponi, more, muschio, cannella e con un sottofondo di tabacco che fanno risaltare il gusto dolce e deciso delle amarene.

Inoltre esalta la freschezza in armonia con la farcitura di panna montata.

Infine, anche il Giacchè passito del 2015 dai profumi rigorosi ma leggeri ed eleganti al gusto può esaltare la freschezza della panna mentre il Moscato rosa del 2016 proveniente dall’Alto Adige rende alla Foresta Nera una piacevole aromaticità floreale che si sposa bene con il gusto intenso del cioccolato fondente.

Oltre al vino, anche la birra alpirsbach Klosterbrau , seppur sembrando un accompagnamento azzardato, può far risaltare il connubio di sapori tipico della Foresta Nera perché la sua base di malto e luppolo la rende piccante e capace di far notare  tutti gli aromi.

Questo dolce può essere accompagnato anche da una bevanda calda come il caffè che con il suo gusto intenso ricorda l’Etiopia ed i luoghi da cui proviene. Esso, infatti, prende il suo nome dalla pianta di Caffea che deriva dall’antica provincia di Kaffa che riporta alle montagne da cui ha origine anche la Foresta Nera.

Infatti, Il suo gusto amaro equilibra la dolcezza della torta esaltandone il sapore. 

Un’ulteriore proposta può essere il cappuccino, una bevanda avvolgente dal gusto inconfondibile che rappresenta la scelta perfetta perché l’aroma amaro del caffè e la dolcezza del latte creano un equilibrio che accompagnato alla Foresta Nera bilancia le note dolci di quest’ultima .

La bevanda più classica per assaporare questa torta rimane, comunque, la cioccolata calda perché richiama le note del cacao facendole risaltare.

Per chi, invece, preferisce un gusto semplice per accompagnare questa torta antica, la proposta migliore è il tè di ciliegia e cannella in cui l’armonia del frutto associato allo speziato conferiscono una nota calda e vellutata rendendo avvolgente e confortante il sapore del dolce.

Un gusto più vivace può essere dato dal tè al lampone e melograno che esalta il dolce attraverso la freschezza del piccolo frutto ed il colore intenso del granato.

Infine, anche il succo di pesca potrebbe diventare un ottimo accompagnamento grazie alla sua dolcezza che si abbina e fa risaltare il sapore deciso delle amarene e rende meno forte il gusto del cioccolato.

Classe 1B alberghiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *